Warning: Declaration of ET_Theme_Builder_Woocommerce_Product_Variable_Placeholder::get_available_variations() should be compatible with WC_Product_Variable::get_available_variations($return = 'array') in /home/customer/www/fisiofacile.it/public_html/wp-content/themes/Divi/includes/builder/frontend-builder/theme-builder/WoocommerceProductVariablePlaceholder.php on line 8
Neuroma di Morton Fisioterapia, sintomi e cause — Fisio Facile

Il neuroma di Morton è un’infiammazione di tipo nevralgico che colpisce il nervo interdigitale (quello ciò situato tra il secondo e il terzo dito del piede), che gonfiandosi, provoca motivo un dolore molto acuto.

Neuroma di Morton: sintomi e cause.

Ciò che genera questa patologia è solitamente un processo lungo, che porta lentamente ai primi sintomi nel corso del tempo.

Si tratta di una patologia frequente che interessa in particolar modo i soggetti di sesso femminile (75% circa) di età compresa tra i 25 e i 50 anni.

Le cause esatte restano ignote, ma sono accertati i fattori di rischio che  possono essere molteplici e di diversa natura.

Il neuroma di Morton può avere infatti cause strutturali o dipendere semplicemente dall’anatomia del piede o da anomalie anatomiche, che possono essere congenite e derivanti da traumi.

I fattori di rischio più comuni riconosciuti sono: 

  • scompensi di tipo posturale
  • disturbi a livello neurologico
  • alluce rigido
  • alluce valgo
  • ipercarico avampodalico
  • alterazioni morfologiche del piede (piede cavo e piede piatto)
  • lassità dei legamenti
  • artrite reumatoide
  • microtraumi al piede, leggeri, ma ripetuti
  • allenamenti su superfici non idonee (soprattutto negli atleti praticanti il fondo).

Anche l’uso prolungato di calzature non adatte (troppo strette o con un tacco di altezza eccessiva) può maggiorare il rischio della problematica.

Infine, alcuni sport che prevedono un movimento ripetuto che mette sotto stress il nervo interdigitale possono causare il neuroma di Morton, così come uno squilibrio del carico di peso su una zona del piede piuttosto che su un’altra.

Quanto ai sintomi questi sono abbastanza caratteristici: il dolore è di tipo nevralgico e spesso di notevole intensità.

Tra i sintomi più sentiti il bruciore (che viene avvertito alla pianta del piede e può irradiarsi sino alle dite raggiunte dal nervo interessato), la sensazione di scossa elettrica, formicolio e intorpidimento.

Neuroma di Morton. Mano massaggia nervo del piede.

Neuroma di Morton. Diagnosi della patologia

Per diagnosticare il neuroma di Morton l’esame principale che deve essere eseguito è la lastra a raggi X che ha la capacità di mettere in evidenza la struttura del piede e di conseguenza, eventuali malformazioni congenite o acquisite.

Successivamente, per un controllo più approfondito, può essere richiesta una risonanza magnetica per avere informazioni sui tessuti molli, una ecografia per valutare l’effettiva compressione del nervo e il suo livello di fibrotizzazione.

Anche l’ elettromiografia è utile se si vuole constatare la reale compromissione delle strutture nervose.

Neuroma di Morton: consigli pratici

Quando il problema viene considerato per tempo e l’infiammazione valutata è lieve, alcune attenzioni possono far regredire l’infiammazione del nervo.

Alcuni consigli pratici da seguire:

  • Indossare scarpe comode. Meglio se a pianta larga e leggere.
  • Utilizzare il ghiaccio per ridurre il dolore (almeno tre volte al giorno per 10-15 minuti).
  • Fare impacchi di gel all’arnica. Utilizzare una crema a base di arnica montana, ponendo una noce di gel, sotto alla zona inter-metatarsale, e avvolgendo il piede in una pellicola trasparente per alimenti. 
  • Indossare un plantare in grado di scaricare la zona e limitare le vibrazioni.

La fisioterapia come rimedio
al neuroma di Morton.

Se preso per tempo, il neuroma di Morton può definitivamente scomparire grazie a una serie di interventi fisioterapici mirati.

La terapia può essere suddivisa in due fasi.

In una prima fase la fisioterapia ha il principale obiettivo di disinfiammare il nervo interdigitale, spesso utilizzando laser ad alta potenza o strumenti a ultrasuoni. 

fisioterapia neuroma di morton

Può essere determinante  anche la manipolazione manuale a livello delle ossa del piede, massaggiando la muscolatura circostante per mitigarne la contrattura che solitamente avviene a causa del dolore in fase di appoggio del piede.

Una volta alleviato il dolore intenso, è necessario prevenire le recidive, lavorando principalmente sulla postura ed evitando il più possibile posizioni e movimenti errati che hanno causato a suo tempo il neuroma di Morton.

Sulla base di queste valutazioni, il professionista saprà impostare una terapia posturale personalizzata che prende il nome di rieducazione posturale di Mezieres.

Fisio Facile porta la fisioterapia comodamente a casa tua

Il neuroma di Morton può inficiare negativamente sulla qualità della tua vita, sul praticare il tuo sport preferito o semplicemente nel vivere le piccole e semplici attività di tutti i giorni.

A partire da una valutazione iniziale della tua problematica, i professionisti di Fisio Facile sono in grado, con serietà e competenza, di aiutarti in modo concreto a superare questo disagio, fino alla sua completa guarigione.

Contattaci ora per un consulto gratuito cliccando al seguente link: www.fisiofacile.it/contatti